ù 5 Ottobre 1862 - 5 Ottobre 2012 - Chiari, città da 150 anni - PIER GIUSEPPE LANCINI

PIER GIUSEPPE LANCINI

Pier Giuseppe Lancini nacque a Chiari il 13 febbraio 1892.
È stato definito “uomo di linearità ammirevole e sconcertante (...). In via Zeveto il suo passaggio faceva orario: solito passo, immancabile cappello; rispondeva con misurato sorriso e lieve inchino a chi lo salutava; si recava alla Messa e poi alla Biblioteca con cronometrica puntualità”.
Per oltre 40 anni egli diresse la biblioteca Morcelli, riordinò la pinacoteca Repossi, allestì mostre di stampe antiche e curò una esposizione delle opere del Teosa.
Epigrafista - sue sono, ad esempio, le iscrizioni sulle medaglie coniate per il 200° della nascita del Morcelli (1937) e per il Congresso Eucaristico di Chiari (1938) - fu ispettore onorario della Sovrintendenza per la Lombardia, socio effettivo dell'Ateneo di Brescia, membro delle Accademie “Tibertina” e de “I 500”.
Fabbricere della Parrocchia di Chari, curò il restauro della cripta di sant'Agape, opera dei fratelli Rubagotti di Coccaglio, la realizzazione del pulpito di santa Maria e la statua lignea della Beata Vergine del Rosario, opere del clarense Pietro Repossi, ed ebbe grande cura della chiesa dei Casotti, a lui affidata dalla famiglia Rota.
Per 53 anni insegnò catechismo, meritando riconoscenza e pubbliche attestazioni di merito.
Morì il 27 febbraio 1971.

 

Mino Facchetti